fbpx

In questa intervista radiofonica, il dottor Guidetti risponde a molte domande sui vari sintomi associati alla sindrome vertiginosa e all’instabilità.

La sensazione che più frequentemente si associa al termine Dizziness è quella del “mal di mare”, una sensazione di instabilità che rende insicuri i movimenti. Se si tratta di eventi isolati e non troppo fastidiosi, possono essere problemi transitori, ma se il problema perdura è spesso sintomo di una disfunzione dell’apparato dell’equilibrio che, anche senza movimenti improvvisi, lascia una sensazione di “beccheggio” costante.

Dizziness, Oltre la vertigine

La sensazione che più frequentemente si associa al termine Dizziness è quella del “mal di mare”, una sensazione di instabilità che rende insicuri i movimenti. Se si tratta di eventi isolati e non troppo fastidiosi, possono essere problemi transitori, ma se il problema perdura è spesso sintomo di una disfunzione dell’apparato dell’equilibrio che, anche senza movimenti improvvisi, lascia una sensazione di “beccheggio” costante.

“Il termine Dizziness non è esattamente traducibile in una sola parola, perché comprende tanti sintomi diversi, dai giramenti di testa alla sensazione di instabilità o di malessere che caratterizza il periodo tra una sindrome vertiginosa e un’altra. Lo specialista deve indagare con precisione le caratteristiche specifiche del problema insorto e quindi entrare in un dettaglio maggiore.”

Nella diagnosi la parte più importante è costituita dal confronto con lo specialista in vestibologia, che deve indagare con un colloquio approfondito la problematica: quando è insorta, in che condizioni si presenta, se si associa ad altri sintomi, ecc.. Un’anamnesi accurata è la il punto di partenza per il trattamento.

Può accadere che durante il colloquio con il professionista emerga l’esigenza di eseguire esami di approfondimento specifici, quali i VEMPS, o i Potenziali Evocati Uditivi, che studiano i recettori e i componenti nervosi dell’orecchio, o altri test vestibolari, fino ad un’eventuale risonanza magnetica.

I tempi e il percorso di recupero sono estremamente soggettivi. Sui risultati incidono molto i fattori emotivi e psicologici. Si parte normalmente con un approccio farmacologico e si può arrivare alla prescrizione di una vera e propria rieducazione vestibolare che viene seguita in palestra con l’ausilio di personale specializzato.

Il consiglio è quello di non sottovalutare il sintomo dell’instabilità: è sempre una cosa da valutare e indagare. Come per tante altre patologie un intervento tempestivo è importante per una buona risoluzione del problema.

Qualche domanda frequente

E’ giusto ricondurre i problemi di instabilità e vertigine alla cervicale? “Più frequentemente il collo rigido è una conseguenza dei problemi di equilibrio, piuttosto che una causa. La persona che si sente male muovendosi, tende inconsciamente a bloccare e irrigidire il collo per limitare i movimenti della testa. Capita spesso che i miei pazienti arrivino alla visita dal vestibologo dopo essersi rivolti a medici fisiatri o a fisioterapisti per trattare i loro problemi di cervicale. Ovviamente il miglioramento ottenuto si dimostrava transitorio e si bloccavano nuovamente proprio perché il collo rigido era conseguenza di un problema vestibolare, che era da affrontare in prima battuta.”

E i giramenti di testa che si provano alzandosi all’improvviso? “Possono essere fastidi imputabili alla pressione bassa, ma potrebbe anche trattarsi di un problema che coinvolge il sistema dell’equilibrio. Chi è consapevole di soffrire di pressione bassa deve attuare gli opportuni accorgimenti e muoversi più lentamente, lasciando tempo al nostro sistema di adeguarsi.”

La Dizziness è un problema tipico degli anziani? “Certamente Con l’avanzare dell’età l’incidenza di problemi vestibolari e dell’equilibrio aumenta, ma si tratta di problemi che interessano anche e spesso i giovani, con la differenza che la loro capacità di reazione è maggiore e spesso si rivolgono ad uno specialista solo dopo episodi ripetuti nel tempo. Le persone anziane invece temono di cadere e richiedono un intervento tempestivo”.

 

Intervista del 16/02/2022 di Obiettivo Salute, Radio 24



Prenota o Contattaci

Prenota

Contattaci