FAQ Centro Occhio Secco PCM: le domande frequenti sulla sindrome dell'occhio secco

Posso avere la sindrome dell’occhio secco anche se ho una lacrimazione abbondante?

  • Si, talvolta una lacrimazione copiosa è una difesa della cornea che si protegge dall’eccessiva secchezza. Il fenomeno si chiama lacrimazione paradossa e può essere indice di sindrome dell’occhio secco, perché significa che il film lacrimale non ha potere lubrificante.
  • E’ opportuno in questi casi effettuare i test sul film lacrimale per evidenziarne il profilo qualitativo.

Come faccio a scoprire se soffro di sindrome da occhio secco?

  • Il Centro occhio Secco del Poliambulatorio PCM nasce proprio per offrire un percorso completo ed avanzato ai pazienti che accusano sintomi riconducibili all’occhio secco (bruciore, arrossamento, sensazione di corpo estraneo, ecc) e che vogliono giungere ad una diagnosi.
  • Il primo passo da fare è una visita specifica, completa di tutti i test. Una volta individuata l’eventuale presenza di secchezza oculare e riconosciuta una causa (o più cause concomitanti), il medico indicherà il percorso terapeutico del caso: terapie di vario tipo e/o presa in carico da un team multidisciplinare.

Quanto dura la visita completa di tutti i test necessari?

  • La visita completa dei vari test dura circa 45 minuti

Quanto devo aspettare per avere i risultati dei test e la diagnosi?

  • I risultati dei vari test sono consegnati al paziente al termine della visita, corredati da una diagnosi e dalle indicazioni terapeutiche del caso.

Si guarisce dalla sindrome dell’occhio secco?

  • Tendenzialmente le cause della sindrome dell’occhio secco non possono essere eliminate, ma una terapia mirata consente di migliorare sostanzialmente la qualità della vita e di scongiurare danni corneali potenzialmente molto gravi.
Prenota o Contattaci

Prenota

Contattaci